MISURE DI SOSTEGNO ALL’EMERGENZA SOCIO-ASSISTENZIALE DA COVID-19

AVVISO PUBBLICO

 PO FSE 2014/2020 – “Misure di sostegno all’emergenza socio-assistenziale da COVID19” ai sensi delle Deliberazioni della Giunta Regionale n. 124 del 28/03/2020, n. 135 del 07/04/2020  n. 148 del 17/04/2020 – DDG n. 304 del 04/04/2020 e alla L.R 12/05/2020 n.9.art.9.

 

Al fine di assicurare massima equità, garantendo nuovi ingressi, la modifica dello status di destinatario o l’esclusione per perdita dei requisiti dei soggetti facenti parte di nuclei familiari che si trovano in stato di bisogno, a causa dell’emergenza socio-assistenziale da CODIV-19, in ottemperanza a quanto previsto dalla Deliberazione della Giunta Regionale n. 124 del 28/03/2020 e s.m.i. e dal D.D.G. n. 304 del 04 aprile 2020 del Dipartimento reg.le della Famiglia e delle Politiche Sociali, è disposta la PROROGA per l’assegnazione di BUONI SPESA / VOUCHER con cadenza mensile (ogni giorno 30 del mese precedente a quello di erogazione del beneficio). Si precisa che coloro i quali hanno già fatto istanza per ottenere i buoni spesa/ voucher , a  seguito della direttiva “istruzioni operative 2” del Dipartimento reg.le della Famiglia e delle Politiche Sociali  prot.n.14404 del 20 maggio 2020, NON DEVONO ripresentare l’istanza sul nuovo modello ma debbono compilare il modello di Integrazione scaricabile dal Sito Istituzionale del Comune o reperibile presso l’Ufficio di Servizio Sociale. Tuttavia, ogni modifica, peggiorativa o migliorativa, intervenuta in ordine al possesso dei requisiti, deve essere tempestivamente comunicata dal richiedente stesso al Comune, attraverso l’apposito modello di Autocertificazione scaricabile dal Sito Istituzionale del Comune o reperibile presso l’Ufficio di Servizio Sociale.  Si specifica,altresì, che ai sensi  dell’art.9 della L.R. 12/05/2020 n.9, i BUONI SPESA/VOUCHER oltre che per l’acquisto di:

  1. a) alimenti;
  2. b) prodotti farmaceutici,
  3. c) prodotti per l’igiene personale e domestica;
  4. d) bombole del gas;

possono essere utilizzati  anche per l’acquisto di:

  1. e) dispositivi di protezione individuali;
  2. f) pasti pronti;
  3. g) utenze domestiche di luce e gas;
  4. h) canoni di locazione di prima abitazione, limitatamente alle superfici abitative.

I pagamenti delle utenze domestiche di luce e gas ,nonché dei canoni di locazione di prima abitazione,regolarmente registrati,devono avvenire solo in forma diretta ad opera del comune.

Si specifica che nel caso in cui le risorse dovessero risultare insufficienti, i parametri economici di riferimento, indicati al punto 1) dell’Atto di Adesione saranno ridotti proporzionalmente a tutti i nuclei familiari aventi diritto inseriti nell’elenco mensile.

Si allegano:

1) modello di domanda per le nuove istanze

2) modello di autocertificazione

3) modello di integrazione alla domanda già presentata

 

Allegati